domenica 15 ottobre 2017

Progettata una Sala di Lettura all'Auser Treia

Risultati immagini per auser treia

L'associazione Auser Treia nel suo programma di sviluppo delle attività di promozione sociale sta pensando di istituire una Sala di Lettura nell'androne della sua sede di Treia. Lo scopo è quello di incentivare lo studio e l'attenzione sulle espressioni culturali del luogo, attraverso l'incentivo alla lettura ed alla condivisione di temi culturali. 
Stiamo perciò progettando di installare una scaffalatura sulla quale riporre diversi testi che abbiamo già raccolto e che stiamo ancora raccogliendo con l'aiuto dei nostri soci.  
Entro il 2017 contiamo di poter istituire una piccola "Biblioteca", alla quale poter liberamente attingere,  anche scambiando libri, del tutto gratuitamente. Ma non solo questo. Qui a Treia gli scrittori non mancano, ci sono diversi poeti, come ad esempio Maurizio Angeletti e Lucia Nardi, o come il narratore di detti popolari Luciano Capparrucci autore di "Passo Treia... che spasso",  o lo storico Alberto Meriggi che ha prodotto una mole notevole di testi, od il giornalista Fernando Pallocchini direttore della rivista cartacea "La Rucola" in cui appaiono diversi articoli su Treia e sulla storia marchigiana. Anche io, sia pur treiese oriundo, ho composto degli scritti su Treia, in particolare nel mio libro "Treia, storie di vita bioregionale"  in cui racconto la vita di Treia giorno per giorno, vista con gli occhi di un  ri-abitante. Faccio questi nomi sapendo che molti di più dovrebbero essere i nominati... e magari lo saranno in seguito. 
Infatti lo scopo della Sala di Lettura che si intende realizzare all'Auser Treia è anche quello di organizzare degli  Incontri con l'Autore per condividere informazioni sulla loro produzione letteraria e sul loro pensiero. 
Durante questi  Incontri con l'Autore si  potrebbero toccare anche argomenti collaterali quali:  senso della comunità, ecologia  e territorio, qualità della vita, solidarietà sociale ed altri temi  socio-antropologici ed organici.  Durante gli incontri ogni autore  interloquirà con i presenti e risponderà alle domande del pubblico. Ovviamente l’ingresso e la partecipazione saranno liberi e gratuiti.
Paolo D'Arpini

Presidente di Auser Treia, Via Lanzi 18/20 - Treia (Mc)
Tel.  0733/216293 - Email: auser.treia@gmail.com


venerdì 13 ottobre 2017

Macerata, 14 ottobre 2017: "Festa del volontariato" con l'adesione dell'Auser


Risultati immagini per festa del volontariato macerata 14 ottobre

Sabato 14 ottobre 2017 si svolgerà a Macerata, in Piazza Vittorio Veneto, la Festa del Volontariato, organizzata dall'Assemblea delle Libere Forme Associative del comune di Macerata, con il supporto del CSV.

Siete tutti invitati a partecipare anche solo ad alcuni momenti dei vari eventi e convegni che si svolgeranno durante l'intera giornata,

La Festa vuole essere un'occasione di dialogo con i cittadini, studenti delle scuole superiori ed universitari, per rendere visibile l'energia della società organizzata.

Vi Aspettiamo!!!

Cordialmente,
                                 Antonio Marcucci

giovedì 12 ottobre 2017

Buone notizie marchigiane - Pesaro fa da battistrada per una nuova mobilità sostenibile



Si è tenuta a Pesaro, il 15 e 16 settembre 2017, l'iniziata "Verso gli Stati Generali della Mobilità Nuova", promossa da numerosi soggetti, associazioni e non, che si interessano e promuovono la mobilità sostenibile. Visti i temi trattati, ed il nostro interesse verso la mobilità "dolce", abbiamo pensato di rivolgere alcune domande al giovane Sindaco di Pesaro, Matteo Ricci (43 anni),  in carica dal 2014 e già Presidente della Provincia di Pesaro e Urbino.



Pesaro ha investito molto in mobilità sostenibile soprattutto ciclabile, con la realizzazione della bicipolitana: quali vantaggi concreti sono stati ottenuti con la creazione di 70 km di piste ciclabili?
La chiave è stata la visione strategica. Quindici anni fa il nostro problema principale era il traffico. La situazione è cambiata perché le amministrazioni che si sono succedute hanno puntato su un collegamento stradale interquartieri ma anche su un sistema integrato di ciclabili. Consideriamo la nostra bicipolitana come infrastruttura del benessere e non come mera sommatoria di ciclabili. Pensata come metropolitana, con tanto di linee. La rete si sta ampliando e arriveremo a cento chilometri nei prossimi anni. I benefici sono su più livelli. Alcuni esempi: quanto vale la bicipolitana in termini di mancato inquinamento, salute, benessere?

Matteo Ricci_Sindaco di Pesaro

Prende sempre più valore l'idea che non basta costruire piste ciclabile ma che sia necessario ridisegnare le città; come è stata ridisegnata dal punto di vista urbanistico la città che amministra?
Intanto le piste ciclabili non vengono considerate arredi urbani, ma sono segnate urbanisticamente. Abbiamo lavorato sulla messa in sicurezza dello spostamento non motorizzato, ottenuta in alcune zone attraverso la moderazione della velocità dei veicoli a motore a 30 o a 20 chilometri all’ora. Ma anche sulle pedonalizzazioni, oltre che sulla costruzione di una rete dedicata e su una diversa narrazione, che fa diventare chi si muove con le proprie gambe il principale interprete della città smart. Più in generale ci sono progetti e azioni concrete messe in campo verso la sostenibilità. Dal trasporto pubblico estivo verso il mare all’alleggerimento dei flussi nelle vie nevralgiche come la statale Adriatica. E questo anche grazie al secondo casello di Santa Veneranda, che sarà realizzato nei prossimi mesi da Autostrade: consentirà un migliore collegamento verso Fano e porterà al rafforzamento delle opere complementari in città, risolvendo le ultime criticità sul traffico. Negli ultimi anni, inoltre, abbiamo riportato a destinazione verde 140 ettari edificabili: il ‘costruire sul costruito’ è una cifra distintiva della nostra politica ambientale.
Il 2017 è l'anno del turismo sostenibile, gli impatti sul territorio dovuti ad elevati flussi turistici cominciano ad essere un problema all'ordine del giorno, il cicloturismo è un'alternativa sostenibile, in quanto gli spostamenti con il mezzo a due ruote sono meno impattanti sull'ambiente. Pesaro non è lontano dalla Riviera Romagnola ad alto impatto turistico, quali sono i progetti per il futuro?
Un pesarese su tre usa la bici e la città è in testa alle classifiche di Legambiente. Finora i pesaresi hanno goduto la bicipolitana, oggi dobbiamo promuoverla turisticamente. Sicuramente vogliamo crescere sul cicloturismo, attrezzando sempre più bike hotel e punti dedicati. Per il futuro il grande progetto è l’arretramento della ferrovia. Con Fano abbiamo messo sul tavolo il tema. Perché Ferrovie dello Stato, nel potenziamento della velocità sulla Bologna-Bari,  sta trovando problemi nel nostro tratto che costeggia il mare. Se l’arretramento avverrà, stiamo ipotizzando un’eco-circonvallazione nel tratto attuale della ferrovia. Dove completare la bicipolitana, abbinandoci uno spazio esclusivamente per il trasporto pubblico elettrico.

Di recente avete ospitato Gli Stati Generali della mobilità, quali suggerimenti sono emersi per implementare la mobilità sostenibile?
Concretamente è stata firmata dai Sindaci e dai rappresentanti delle istituzioni la «Dichiarazione dei diritti del ciclista urbano»,  che punta alla nascita di una rete di città ciclabili italiane. I firmatari si impegnano a stabilire, entro la fine dell’anno, gli obiettivi locali e nazionali per il 2018 e per il triennio successivo. In modo che i princìpi della carta di Pesaro trovino attuazione sui territori. In particolare si specifica nel documento che tutti hanno il diritto di circolare in bicicletta, compresi i bambini, gli anziani e i cittadini con disabilità motoria o sensoriale. E ancora: le città devono dotarsi di una rete di percorsi sicuri e accessibili, realizzati con standard qualitativi elevati. La sede stradale delle ciclabili deve avere un fondo scorrevole e privo di ostacoli. Le intersezioni con la viabilità motorizzata vanno risolte con particolare cura per la completa sicurezza di chi pedala e cammina. La realizzazione di infrastrutture per la ciclabilità deve migliorare l’efficienza complessiva del sistema dei trasporti urbani. Obiettivi su cui gli amministratori concordano e che vanno perseguiti.

Su cosa hanno lavorato i tavoli di lavoro creati specificamente in occasione degli Stati Generali e a quali conclusioni sono giunti?
Sono stati approfonditi temi che coinvolgono i territori e le città, con particolare riferimento alle nuove reti della mobilità dolce, così come le nuove norme in discussione in Parlamento. È stato anche presentato il rapporto Legambiente ‘L’A Bi Ci. Il valore economico della bici nelle regioni’, realizzato con VeloLove e Grab+ e datato settembre 2017. Una ricerca che ha messo in luce come il Pib (Prodotto interno bici) delle regioni italiane - un valore calcolato in termini di fatturato del settore e benefici su spese sanitarie, infrastrutturali e ambientali – valga in tutto tra i 4 e i 6 miliardi all’anno. Una cifra notevole.

La mobilità sostenibile ha varie sfaccettature, tram, mobilità ciclabile, veicoli elettrici, piani per la mobilità sostenibile (PUMS), mobilità pedonale, mobilità condivisa, ecc. Quali sono le leve su cui, secondo la sua esperienza, sarebbe opportuno intervenire?
A mio parere la mobilità alternativa funziona se è più comoda e veloce degli altri mezzi. In generale quindi le scelte vanno fatte sulla base di queste linee guida. Nella nostra città, nello specifico, stiamo ragionando su alcuni punti dove poter prendere la bici elettrica per i tratti più lunghi.

(Fonte: Arpat)

lunedì 9 ottobre 2017

Associazioni amiche - L'Avis Treia il 22 ottobre 2017 compie 55 anni - Festa grande e lancio del cambio generazionale dei donatori si sangue


Risultati immagini per avis treia

Treia. Il 22 ottobre 2017, dalle ore 8 alle 15, grande festa per la ricorrenza del 55° anniversario della fondazione dell'AVIS di Treia. Siete tutti invitati.  Nei prossimi giorni arriveranno le cartoline.  Rivolgiamo inoltre un appello ai giovani, per un cambio generazionale,  vi aspettiamo al centro prelievi per iscrivervi alla nostra Avis. Il sangue per alcuni malati e l'unico salvavita e si può solo donare. 


SALVARE UNA VITA È UN DONO CHE VALE PER TUTTI... 

Il prossimo prelievo è previsto per  venerdì 20 ottobre 2017, dalle 8.30 alle 11.30. Prenotate la donazione e l'orario che preferite, la donazione è assicurata a tutti anche a chi non prenota. Fatevi un regalo iscrivetevi all'Avis di Treia e diventate donatori di sangue o plasma così farete parte di questa nostra grande famiglia.  Aiutiamo chi ha bisogno. 

GRAZIE di cuore a tutti! 


Risultati immagini per avis treia

...........................

Mio commentino: 

L'Avis Treia collabora e contribuisce alla buona riuscita delle iniziative sociali di Auser Treia, le due associazioni lavorano in sintonia e concordia. Invitiamo pertanto i nostri aderenti a farsi "donatori" di sangue, per il bene dell'intera comunità di Treia! (Paolo D'Arpini)

L'immagine può contenere: una o più persone e spazio all'aperto
Treia. Monumento al donatore di sangue con Paolo D'Arpini sullo sfondo

sabato 7 ottobre 2017

Macerata ed Appignano – Premiazione per il concorso "L'Orto che vorrei" dell'Auser provinciale di Macerata


Auser Provinciale di Macerata organizza, per la giornata del 31 ottobre 2017, l'iniziativa sul tema: “L’orto che Vorrei”, dove verranno premiati i Vincitori della prima edizione del concorso.

L’evento si svolgerà  presso la sala Convegni dell’Amministrazione Provinciale di Macerata sita in via Velluti 41 Piediripa di Macerata con inizio alle ore 09.30.

Al termine dell’iniziativa, raggiungeremo il Comune di Appignano dove a cura dell’Uniauser, sarà organizzato il pranzo presso il salone dell’oratorio sito in via Dante Alighieri.

Per coloro che parteciperanno al pranzo è richiesto un piccolo contributo di euro 8.00, che i presidenti provvederanno a riscuotere al momento dell’adesione.

Ciò detto e visto l’importanza dell’iniziativa che vede la partecipazione della Presidenza Nazionale dell’Auser, i Presidenti dei circoli sono cortesemente pregati di dare massima diffusione dell’evento tra i propri iscritti, di raccogliere le adesioni e di comunicare il numero dei partecipanti alla Presidenza Provinciale specificando chi poi parteciperà al pranzo entro il 25 ottobre p.v. per consentire una buona riuscita dell’evento.




Antonio Marcucci


Presidente Provinciale Auser Macerata



Risultati immagini per l'orto che vorre macerata

Il Circolo Auser Treia partecipa all'evento - Per prenotazioni chiamare:  0733/216293, 
oppure scrivere a: auser.treia@gmail.com

venerdì 29 settembre 2017

Macerata e Provincia - Assistenza legale gratuita per i soci Auser

“Carissimi, di seguito potete leggere il Progetto Provinciale Auser Macerata e Provincia: "Un Avvocato Per Te". Vi invito ad informare gli iscritti dei vostri circoli dandone massima diffusione...

Risultati immagini per auser macerata "Un Avvocato Per TE”

Con la presente abbiamo il piacere di inviarvi la presentazione del progetto Provinciale "Un Avvocato Per TE”, servizio di assistenza legale gratuita per gli iscritti all’Auser della provincia di Macerata.

Questa importante iniziativa è stata voluta per far fronte alle molteplici richieste provenienti dagli iscritti privi di conoscenze idonee loro utili per affrontare i meandri di una legislazione sempre più spesso farraginosa.

A partire dal mese di Ottobre 2017, un avvocato sarà presente presso la sede Auser di Macerata, tutti i Mercoledì di ogni mese dalle ore 15.30 alle ore 18.30,  per risolvere e rispondere gratuitamente ai problemi e alle domande degli iscritti di questa Associazione.

Un caro Saluto                                                                     

Antonio Marcucci - Presidente Provinciale Auser Macerata
Via Garibaldi 77 62100 Macerata t el. 0733.234886 fax 0733.245754 e-mail: macerata.auser@marche.cgil.it

L'immagine può contenere: 1 persona

lunedì 25 settembre 2017

Treia. Resoconto della celebrazione dell'Equinozio d'Autunno - 23 e 24 settembre 2017


L'immagine può contenere: 2 persone, persone sedute, tabella e spazio al chiuso
Treia 24.09.17 - Presentazione del libro "Gli incantatori di serpenti" di Simon Smeraldo

L'autunno è iniziato da un paio di giorni e noi di Auser Treia, assieme al Circolo vegetariano VV.TT.  ed alla cooperativa La Talea, abbiamo voluto accoglierlo degnamente con un evento che si è articolato in due giornate, 23 e 24 settembre 2017.

Come ho già avuto modo di scrivere in precedenza l'arrivo dell'autunno mi provoca sempre un po' di malinconia, nonostante io in questa stagione ci sia nata, ma trascorrere questo momento in compagnia di amici e partecipando a celebrazioni, ascoltando musica, poesie e relazioni sugli argomenti che mi interessano, è stato un bell'inizio.

L'immagine può contenere: 3 persone, persone in piedi, notte e spazio all'aperto
Treia, 23.09.17 - Cerimonia runica ai giardini di San Marco

Il 23 settembre  abbiamo fatto un giro sotto alle mura di Treia in compagnia di Paola Pela che, col  suo amico Omero, nei giardini di San Marco (in quel momento quasi deserti), sotto la luna che stava spuntando, al tramonto, ci ha guidato in una meditazione runica con la sua dolce voce e un tamburo sciamanico. Il tutto è stato molto suggestivo, tutti abbiamo avuto esperienze particolari, chi si è sentito più sciolto, chi più radicato, chi più in contatto col suo sé.

Purtroppo il 24 invece non abbiamo potuto stare all'aria aperta, e passeggiare per i campi della Talea, la struttura che ci ospitava, a causa di un maltempo impetuoso e che è durato per tutto l'evento, con tuoni, fulmini e grandine, per fortuna non grossa. Era prevista infatti alle 16 una passeggiata accompagnati da un esperto biodinamico. 

L'immagine può contenere: 2 persone, persone sedute, tabella e spazio al chiuso
Simon Smeraldo e Simonetta Borgiani

Ma andiamo un po' per ordine. Poco dopo le 17 ci siamo accomodati nella bella sala circolare della Talea e Simonetta Borgiani ha dato la parola a Simon Smeraldo per la presentazione del suo libro "Gli incantatori di serpenti", una raccolta di racconti magici e molto suggestivi, ispirati agli arcani maggiori dei Tarocchi. Io avevo letto il libro da poco, durante la mia vacanzetta a Senigallia e me lo ero goduto molto. 

L'immagine può contenere: 1 persona, persona seduta
Adriano Spoletini

Poi Simonetta ha dato la parola a Adriano Spoletini, presidente di Talea, che ha illustrato il progetto sociale ed agricolo in corso nella cooperativa,  a Paolo D'Arpini, che ha parlato del significato mitologico della stagione autunnale,  a Edi Castellani e David Buschittari assessori del Comune che hanno portato i saluti  dell'amministrazione comunale, a Antonio Marcucci presidente Auser provinciale che ha parlato dei programmi previsti sia a Macerata che a Treia, ad Antonello Andreani che ha illustrato il progetto MAB (Uomo e biosfera) dell'Unesco, da adattare al territorio marchigiano colpito dal sisma (il cratere) che corrisponde alle caratteristiche ambientali e sociali indicate; tale proposta è stata anche convogliata agli amministratori comunali di Treia. 

L'immagine può contenere: 1 persona, persona seduta e spazio al chiuso
Giorgio Bortolussi

Giorgio Bortolussi  ci ha illustrato a grandi linee la filosofia della biodinamica e alcune pratiche di questa particolare "tecnologia" agricola e l'uso di alcuni prodotti molto particolari. Conoscevo il 500 o cornoletame, ma non il 502 che consiste in una vescica di cervo maschio riempita di fiori di Achillea. Il tutto poi viene sepolto nella terra e in primavera viene dissotterrato e sparso, in piccolissime, ma non omeopatiche quantità, nei cumuli da utilizzare poi per la concimazione.  La tavola rotonda è stato inframmezzata da musiche di Antonello Andreani, di Luciano Carletti e dalle belle poesie di Maurizio Angeletti, che è anche un bravo attore. Giampaolo Damiani ha immortalato con i suoi scatti le due giornate. Io ho distribuito fra i presenti le copie della mia raccolta di ricette stagionali. 

Per le 19 gli interventi erano terminati e si aspettava il rinfresco di Gigliola Rosciani, che però, impegnata nel lavoro dei campi, ha tardato ad arrivare. Quando è giunta, col suo carico di prelibatezze bioregionali crudiste, gran parte delle persone se ne erano andate.... peccato!


Caterina Regazzi

L'immagine può contenere: 1 persona, tabella, cibo e spazio al chiuso



Alcune immagini dall'album di Maurizio Angeletti: 

L'immagine può contenere: 3 persone, persone in piedi

L'immagine può contenere: 2 persone, persone che sorridono, persone sedute e spazio al chiuso

L'immagine può contenere: 1 persona, in piedi

L'immagine può contenere: 2 persone, persone sedute

L'immagine può contenere: 2 persone, persone sedute e spazio al chiuso

L'immagine può contenere: 1 persona, persona seduta


L'immagine può contenere: 2 persone, persone che suonano strumenti musicali

L'immagine può contenere: 2 persone, persone sedute e primo piano